NATURA ECCELSA

Questi giardini sono prodotti della mente eppure la sensazione che evocano sulla pelle è reale. A differenza delle fragranze che emulano i profumi delle piante come appaiono in natura, la collezione di Natura Fabularis inventa deliberatamente un ambiente fantastico, immergendoci in un mondo di fantasia. Le foglie diventano sfocate nelle forme ed i fiori sono ricolorati dall’immaginazione. Daphné Bugey ha creato sei sogni olfattivi. Come il giardiniere intrepido che dispone i fiori con le erbe selvatiche, lei gioca a fare l’alchimista estraendo l’inaspettato dal cuore di ogni formula. Le radici più profonde riflettono il bagliore ambrato dello scarabeo. I petali freschi si affiancano alle foglie bruciate. I covoni dorati di grano si avvicinano alle nuvole lattee. L’inusuale si ritrova con il familiare in molte di queste scene.

UNA VERA RELAZIONE

Battezzati con nomi latini di botanica, ogni fragranza nella collezione Natura Fabularis ha un nome seguito da una cifra. Questo non è un capriccio estetico. Corrisponde ad un insieme di esperimenti che sono stati richiesti per arrivare ad ottenere la fragranza finale. Con una numerazione bassa, cha varia da 2 a 60, indica il legame di attendibilità tra la maison, L’Artisan Parfumeur, ed il naso, Daphné Bugey.

UNA VARIANTE SUL NERO

Partendo dal ben conosciuto flacone ottagonale di
L’Artisan Parfumeur, la collezione Natura Fabularis esplora il nuovo packaging. Questa nuova versione appare in flaconi scuri. Falso vetro nero colorato da sfumature di viola, marrone, verde e blu indaco. Ogni flacone ha un’etichetta bianca con il nome di una delle sei formule. Al collo del flacone, un’ape in metallo dorato sembra pronta per prendere il volo. Questo non solo aggiunge un tocco finale ma è il simbolo dell’abbondanza della natura che si trova in ogni flacone.